San Silvestro a “Le terre di giù”

0
29

San Silvestro a “Le terre di giù”. L’ultima cena dell’anno, il 31 Dicembre, la Cantina & Restaurant, sarà alle prese con il sapore eccelso dei suoi piatti e il profumo inebriante dei suoi vini. Ad Alvignano, in Via Livella 13/4.

Dopo il successo dello scorso anno, “Le terre di giù”, ripropongono con entusiasmo il cenone di San Silvestro. Il meglio delle materie prime accompagnato dal vino di qualità della Cantina. In una location raffinata, immersa nella natura incontaminata. A fare da cornice: vigneti e panorami mozzafiato. Dove quasi si respira l’incanto, l’ultima notte dell’anno sarà ancora più magica.

Oltre alle eccellenze eno-gastronomiche, a rallegrare la serata, un Cabarettista di eccezione, Riccardo De Luca. Dj Set per ballare fino all’alba. I più piccoli, invece, potranno godere degli animatori e cenare in un ambiente riservato. Le cantine non lasciano nulla al caso. Conclusione “con il botto”, per iniziare il nuovo anno in bellezza.

IL MENU’

Come benvenuto, giù in bottaia potrete deliziare i vostri palati con una selezione di gustosissimi formaggi di sola bufala e affettato di maialino nero casertano. Per gli estimatori di pesce fresco: cruditè di ostriche e tartufi, mare freddo al sapore di polipo verace, gambero rosso di Mazzara, cozze, casolare e vongole veraci, doppio cuoppo di alici e calamaretti. A queste prelibatezze, in abbinamento Donna Ida, un bianco elegante ai profumi di frutta fresca.

Come primi: Ravioloni ripieni di baccalà mantecati con olive, capperi di Pantelleria e pomodorini di Piennolo del Vesuvio. Chicche di patate alla pescatore: sugo di astice e frutti di mare. Pietanze accompagnate da un ottimo Cubullerae.

Per proseguire, la brace a legna. Spiedini di pesce fresco:gamberi reali, seppie e tranci di filetto di tonno. Accompagnate da scarole saltate con capperi e sarde di Sicilia. In abbinamento un delicato Nonno Carlo.

Infine frutta secca e un delizioso Panbriacone, panettone artigianale della rinomata pasticceria Bonci. Come champagne, la qualità indiscutibile di Moet.

Per onorare la tradizione: Cotechino con Lenticchie. La Cantina vuole una clientela fortunata e ricca.

AFFRETTIAMOCI A PRENOTARE!

 

 

CONDIVIDI
Ho 28 anni. Sono laureata in Sociologia. Penso di poter scrivere il mio futuro anziché subirlo passivamente. Sono stata impegnata nel sociale in veste di assessore e educatrice di comunità per minori. Ora scrivo per 4ever Magazine, la vetrina di quanto sul nostro territorio merita di essere valorizzato. "Scrivendo comunico ciò che è profondo"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here