Followine, giovane startup

0
68

Followine, giovane startup. Nasce nella provincia di Caserta. La sua missione:  Evitare la contraffazione delle bottiglie di vino. Proteggere e diffondere il Made in Italy nel mondo.

A DIFESA DEL MADE IN ITALY

E’ Fabio Guida, oggi co-founder, a partorire l’idea nel 2006. Complice lo scenario londinese. Un’esperienza lavorativa nella capitale del Regno Unito gli accende il genio. Qui un rinvenimento lo scuote: il nostro vino contraffatto e spacciato per autentico prodotto italiano. Un vero e proprio falo’ per il Made in Italy. In fiamme la storia di importanti marchi nostrani, in fumo la passione e i sacrifici dei produttori. Notevoli i danni. Considerevoli quelli in termini di immagine e qualità delle nostre merci. Di non poco conto quelli economici sia per i produttori che per lo Stato. Il sistema aiuta i consumatori evitandogli un acquisto incauto, un dispendio economico e proteggendo la loro salute da eventuali prodotti contraffatti.

L’ IDENTITA’ DELL’ AZIENDA

La mission è semplice. Grazie all’utilizzo della tecnologia QR Code ed NFC ed RFI, è possibile tracciare ed autenticare una bottiglia di vino in qualsiasi momento, affidandosi semplicemente ad uno smartphone dotato di fotocamera. Il consumatore potrà quindi, in tempo reale, controllare se il prodotto è autentico. Ottenere informazioni e consigli circa la produzioni e l’utilizzo. Beneficiare di coupon, sconti ed omaggi. Il produttore potrà contrastare il mercato della contraffazione arginando perdite aziendali e proteggendo la reputazione del proprio prodotto e del proprio brand. Ottenere report aziendali sulle vendite e la distribuzione in qualsiasi momento ed in maniera del tutto automatizzata. Inoltre Followine offre l’inserimento nel mercato digitale dell’on-line alle cantine che decideranno di adottare tale tecnologia.

La loro una vera e propria lotta contro la contraffazione dei prodotti italiani. Il loro Obiettivo?! Far accrescere il valore intrinseco delle aziende vinicole italiane. Diffondere e ampliare la cultura enologica e del made in Italy nel mondo.

A volte ritornano, anche i cervelli in fuga. Fabio Guida ha scorto il bello italiano anche a Londra, lì dove si è tentato di imitarlo. Oggi assieme ai suoi collaboratori difende l’autentico. Il Made in Italy nasce originale.

“Gli italiani hanno spesso questa levità: questo andare a cercare le cose con il loro fantasticare e il loro rameggiare proteso nell’etere, e questo avere però radici ben piantate nel terreno, come i pini le cui propaggini sotterranee sono enormi… “(Barbara Spinelli)

 

 

 

CONDIVIDI
Ho 28 anni. Sono laureata in Sociologia. Penso di poter scrivere il mio futuro anziché subirlo passivamente. Sono stata impegnata nel sociale in veste di assessore e educatrice di comunità per minori. Ora scrivo per 4ever Magazine, la vetrina di quanto sul nostro territorio merita di essere valorizzato. "Scrivendo comunico ciò che è profondo"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here